BIOMASSA D’ARANCE A SCOPO ENERGETICO

La richiesta di biomassa legnosa a scopo energetico rende importante e proficuo il recupero dagli scarti di potature degli aranceti.

La superficie coltivata in Italia si certifica sui 103.000 ha, per ognuna delle regioni in cui si concentrano le coltivazioni sono stati effettuati rilievi per la verifica del valore medio della quantità di biomassa disponibile, rilevando che possono contribuire alla disponibilità di biomassa per uso energetico.

Il materiale ritraibile dal recupero delle potature degli aranceti, dal profilo fisico/energetico ha evidenziato buone potenzialità, relativo ai valori di potere calorifico e produzione di ceneri.

Il legno è da considerare tra i più pesanti con elevati valori di massa volumica e caratteristiche ottimali energetiche.

Dalle operazioni di potatura degli aranceti si ottengono in media 1,90 t/ha anno di biomassa residuale, la filiera consiste nel trattamento (triturazione, essiccazione) per ottenere un biocombustibile da impiegare per le esigenze energetiche, elettriche e termiche delle aziende.

La sua applicazione comporta vantaggi come autonomia energetica, risparmio energetico evitando l’uso di combustibili fossili.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: