ALGHE PROMESSA ENERGETICA

 

La nascita della nuova frontiera dei ‘biocombustibili di terza generazione’

con utilizzo di biomasse acquatiche nasce negli anni ‘50, Massacchusset

Cambridge Us, presentando il primo fotobioreattore ad alghe,

nell’ambito del progetto di coltivazione algale su larga scala.

 

I benefici potenziali relativi al loro impiego sono innegabili ed includono aspetti

fisiologici, capacità di convertire la luce solare in biomassa, circa quadrupla

rispetto a quella delle biomasse terrestri (5% contro 1,5%),

una crescita molto rapida, vantaggi ambientali con l’utilizzo d’aree marginali non

coltivabili, modello zone desertiche, crescita delle alghe poco influenzata dalle

condizioni climatiche.

 

Dalle promettenti premesse dell’alga per uso energetico, a cavallo degli anni

80-90 si è assistita ad una vera e propria corsa all’oro verde negli Stati Uniti,

finanziando un piano di ricerca per lo sviluppo di nuovi combustibili da

alghe con elevato contenuto lipidico coltivate in grandi vasche di cultura.

 

Attualmente parlando di biocombustibili da alghe l’appellativo più utilizzato è

‘bolla verde’,   ciò nonostante la produzione di biocombustibile da alghe

non è una panoramica banale, alla valutazione reale evidenzia punti deboli,

mettendo a confronto la piccola scala di laboratorio e la grande scala

dei fotobioreattori.

L’ostacolo al decollo industriale, oltre alle limitazioni di natura economica,

sono i costi di natura biologica ed ingegneristica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: