Ambiente, la svolta di Obama

 

Svolta di Obama per l’ambiente

Taglio del 30% delle emissioni di anidride carbonica entro il 2030

 

L’amministrazione Obama sussisterebbe una svolta in tema di politiche

ambientali, diffonderà nelle prossime ore un  documento che prevede

un taglio delle emissioni di anidride carbonica del 30% entro il 2030

per le centrali elettriche.

 

Atto importante del presidente Obama contro il cambiamento climatico,

tutti gli Stati americani saranno costretti ad attuarle entro giugno 2016.

L’ENERGIA DELL’ACQUA FLUENTE

Centrale idroelettrica lungo il ponte del fiume Serio a  Montodine (CR)

in vicinanza allo storico Palazzo Benvenuti.

 

Impianto in grado di fruire l’acqua per produrre energia elettrica

da fonte rinnovabile.

 

Per centrale idroelettrica s’intende macchinari appropriati per

ottenere la produzione di energia elettrica dall’acqua in movimento,

classificandola come energia rinnovabile.

 

L’acqua convogliata in una condotta forzata grazie alla spinta creata ruota

delle turbine, producendo energia meccanica, accoppiate ad un alternatore

trasforma il movimento di rotazione in energia elettrica.

 

La compagnia elettrica che ha realizzato l’impianto ha seguito le indicazioni dal

‘Parco del Serio’ e dal comune inserendo l’opera nel complesso paesaggistico.

Opera da circa €1.950.000

   Storico Palazzo Benvenuti

ENERGIA PRODOTTA DAI FIUMI

 

Grazie alle ricerche a favore delle energie rinnovabili,

i ricercatori hanno dimostrato che è possibile ottenere energia pulita dalla

parte del tragitto in cui l’acqua dolce incontra l’acqua salata, sfruttando la

diversa salinità dell’acqua che sarebbe in grado di produrre un Kw di 

energia per ogni litro.

 

Energia è raccolta attraverso una speciale batteria che sfrutta il concetto di 

entropia, composta da due elettrodi uno positivo e l’altro negativo, immersi in 

un composto di sodio e cloro.

Gli elettrodi stimolati con l’ingresso alternato all’interno della batteria, di un 

flusso d’acqua dolce e uno d’acqua salata la diversa salinità è in grado di 

sviluppare una carica elettrica che, una volta catturata dagli elettrodi,

può essere trasformata in energia.

 

Progetti in tutto il mondo per energia economica e pulita;

in Italia un progetto in provincia di Firenze mira a sfruttare l’energia

prodotta dal fiume Arno.

In Gran Bretagna si pensa di utilizzare il Tamigi nella zona rurale

dell’Oxfordshire, in Brasile lungo il fiume Madeira.

Riconoscente al sistema anche l’America nello stato dell’Arizona.

 

PROGRAMMA LIFE+

 

Il Programma LIFE+ è lo strumento finanziario dell’Unione

Europea per l’ambiente.

 

LIFE+ definisce il finanziamento nel campo della conservazione delle risorse

naturali ed in altri settori d’interesse ambientale, di programmi

d’informazione e comunicazione per l’ambiente.

 

Il Programma è costituito da tre elementi:

elemento “natura e biodiversità”;

elemento “politica ambientale e governance”;

elemento “informazione e comunicazione”.

 

Le descrizioni analitiche che riguardano la parte energetica possono 

ricadere nella sezione “politica ambientale e governance”.

Beneficiano del programma i soggetti pubblici- privati, le autorità nazionali,

regionali e locali, gli organismi specializzati, le organizzazioni internazionali.

Il Programma dispone di uno stanziamento di 2.190 M€uro per il periodo 2007-13

 

Per informazioni:  www.ec.europa.eu/environment/life

 

SISTEMI VERDI”10.000ha”

 

Avviata l’iniziativa della regione Lombardia dei sistemi verdi

“10.000 ha” di nuovi boschi multifunzionali.

 

L’iniziativa “10.000 ha” di nuovi boschi e sistemi verdi multifunzionali,

può dare un contributo sostanziale all’assorbimento e riduzione dei gas serra,

incidendo positivamente sul bilancio nazionale.

La creazione di nuove foreste e la corretta gestione delle foreste e i suoli adibiti

ad agricoltura.

 

In relazione all’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto le foreste

hanno assunto la strategia di mitigazione dei cambiamenti climatici

complessivi.

 

Prevista la realizzazione d’infrastrutture agroforestali per un totale di 10.000

ettari di nuovi boschi e sistemi verdi multifunzionali successivamente adeguato

alle differenti realtà lombarde, aumentando la qualità paesistica ed ambientale

per riassestare i valori legati alla natura e agli spazi rurali.

 

Dalla tutela dell’ambiente la Regione passa da una politica di “gestione delle 

risorse paesistiche ed ecosistemiche”, le direttive comunitarie, le norme 

nazionali e regionali chiedono di raggiungere obiettivi determinati di qualità 

dell’aria e delle acque, eco sistemica, di governance dei processi decisionali.

 

BioEnerGIS

Il progetto BioEnerGIS,

predispone lo scopo di mettere a disposizione dei decisori pubblici,

strumenti per la pianificazione dello sfruttamento sostenibile

delle biomasse su scala regionale.

 

I dati di domanda di energia e offerta di biomassa, saranno elaborati al fine

di produrre mappe di localizzazione per potenziali nuovi impianti di

produzione di calore o di cogenerazione alimentati a biomassa,

a servizio delle reti di teleriscaldamento. 

 

BioEnerGIS è finalizzato a sviluppare metodologie utili della biomassa

potenzialmente  sfruttabile per scopi energetici, della domanda di

energia da potenziali utilizzatori finali, con localizzazione ottimale

dal punto di vista energetico-ambientale e socio-economico di nuovi

impianti a biomassa.

 

identificate aree di studio con caratteristiche ambientali ed economiche differenti:

Lombardia (Italia), Irlanda del Nord (Regno Unito),  Slovenia, Vallonia (Belgio)

SRF

 

Aspetti delle SRF

Produttività annua di 1 Ha di quinquennale:

• 40 Ton/ha anno di cippato  fresco (w50)

equivalente a 7.000 litri di gasolio, 28.000 KWe, 80.000 KWt

• 1 ha di SRF fissa 33 ton anno di CO2 atmosferica

• Bilancio energetico: input/output = superiore a 20

• Fitodepurazione reflui depuratori civili

• Bioetanolo

 

Multifunzionalità delle SRF

Ricerca tecnico-scientifica

Localizzazione delle attività

(ricerca, settore primario, servizi, industria di trasformazione, energia)

Energia da fonti rinnovabili

Protezione ambiente (suoli, falde idriche, assorbimento CO2 , biodiversità)

Benefici climatici e mitigazione effetto serra

ECOFRIEDS

 

Ecofriends per accelerare la creazione di un’economia sostenibile,

equa e solidale, ha sviluppato una piattaforma di relazione sociale e di concreta

collaborazione tra le imprese e le persone che hanno scelto di assumersi la

responsabilità di creare il futuro in cui vorremo vivere.

 

Incontro fra chi produce in modo sostenibile e chi consuma in modo consapevole

 

“CITTADINI E IMPRESE AMICHE DELL’AMBIENTE” nasce nel 2009,

si pone come punto d’incontro tra cittadini e imprese, consumo e produzione,

attraverso un comune filo conduttore:  la Sostenibilità.

 

L’obiettivo di Ecofriends è duplice:

da un lato, fare sistema per avvicinare i cittadini e le imprese ai concetti

di un’economia che contribuisca attivamente alla rigenerazione dell’ambiente

e della società,

dall’altro, diffondere l’adozione di pratiche d’innovazione, di produzione

e gestione sempre più ecocompatibili e fondate su una visione etica che

promuova il Bene Comune.

 

Sul piano operativo l’associazione fornisce un’insieme di servizi:

spazio dedicato sul sito web, newsletter, progetti educativi e di formazione,

workshop di apprendimento e scambio, organizzazione di eventi fieristici

nazionali co-partecipati, progetti di co-marketing, campagne di raccolta fondi.

A questi vanno aggiunti le consulenze ambientali e di Sostenibilità ,

analisi del Ciclo di Vita dei Prodotti (SLCA), calcolo delle emissioni

di CO2, certificazioni ambientali e sociali.

SMART CITY

 

Misura per affrontare la problematica energetico- ambientale delle città

 espressa con un piano che definisce le principali direzioni di sviluppo strategico

dell’Europa in tema di energia (Strategic Energy Technology Plan).

 

Per i problemi energetico- ambientali delle città, le soluzioni sono possibili, se si ha un approccio olistico.

 

Il percorso da percorrere  grazie a Smart city è un valore che può

dar luogo a risparmio energetico- ambientale,

la Smart city si articola in due direttrici principali,

 le iniziative industriali  EII e l’area della ricerca EERA,

fissate su quattro “sub- programmes”

ove è stato assegnato un finanziamento per il periodo 2013 – 2020.

 

In Italia alcune città si sono mosse per la creazione di progetti SMART.

Genova – http://www.urbancenter.comune.genova.it

Bari – http://www.barismartcity.it

Torino – http://www.comune.torino.it

Parma – http://www.lifegate.it

 

 


RISCALDARE CON IL PELLET

Riscaldare con il Pellet, la combustione  avviene in modo neutrale, ed

 è liberata solamente la CO2 che è stata assorbita durante la crescita del legno,

non favorisce l’effetto serra contribuendo alla tutela dell’ambiente.

Il Pellet è costituito da legno, materia prima rigenerabile, l’impatto

ambientale è molto minore di quello degli impianti di riscaldamento

funzionanti con combustibili fossili.

La sostituzione di vecchi impianti di riscaldamento con nuovi impianti a Pellet

porta ad una notevole diminuzione di elementi inquinanti nell’aria.

I principali elementi da considerare nelle combustioni sono:

_Anidride solforosa SO2 (zolfo)

_Polveri fini

_Anidride carbonica CO2

Pellet neutra
Gasolio 346 g/kWh
Metano di 297 g/kWh.

« Older entries